Nomi dei nuovi prodotti e dei nuovi pacchetti

Dalla versione 7.0, tutti i prodotti CAD Schroer saranno commercializzati con il marchio M4. Ai singoli pacchetti e prodotti specifici del settore sono stati as-segnati nomi appropriati, come M4 DRAFTING per la progettazione 2D o M4 FACTORY per il Layout di Fabbrica e la Progettazione Impiantistica 2D/3D.
La gamma completa dei nuovi pacchetti ed il loro prezzo è riportata nelle pagine specifiche di ogni prodotto. Una panoramica della nostra attuale gamma di prodotti è riportata nel seguente grafico.

Nuovi Strumenti, Aggiornamenti e Modifiche

M4 PLANT

Layout di fabbrica 2D: Nuovi strumenti e ottimizzazioni

La versione 7.0 del modulo M4 Factory Layout è stata notevolmente migliorata e ot-timizzata con funzioni aggiuntive. Le migliorie introdotte rendono più veloce la progettazione grazie ad un flusso di lavoro più semplice.

Ottimizzazione ed estensione del catalogo dei simboli

M4 offre sempre la possibilità di selezionare componenti 3D da un catalogo e di inserirli in un layout 2D come simbolo. La selezione dei componenti è stata semplificata attraverso l’utilizzo di un catalogo di simboli. Inoltre, sono stati ulteriormente ampliati i componenti standard disponibili nei cataloghi.

Migliore selezione dei componenti dal catalogo

Nella versione 7.0, la finestra di dialogo per la selezione dei componenti dal catalogo è stata completamente ridisegnata, rendendo molto più semplice la selezione dei componenti stessi. La selezione è arricchita da filtri di selezione e da una funzione di misurazione. Inoltre, le singole varianti di un attributo del componente possono ora essere integrate da descrizioni. Le colonne della tabella del catalogo sono ora personalizzabili e possono essere modificate in base alle esigenze dell’utente.

2D Layout Symbols
2D Layout Groups

Utilizzo di gruppi 2D/3D per assemblare i componenti

I componenti disegnati in 2D possono ora essere raggruppati nella struttura ad albe-ro. Quando un layout 2D viene caricato in 3D, i gruppi vengono mantenuti e possono inoltre essere modificati. I nuovi gruppi possono essere salvati ed aggiunti nel catalogo per un facile riutilizzo. Questa ottimizzazione consente una migliore strutturazione del progetto e un più facile riutilizzo dei gruppi di componenti esistenti.

Struttura ad albero in 2D per sistemi e sottosistemi

Nell’interfaccia 2D, M4 visualizza ora la struttura ad albero 3D contenente i sistemi e sottosistemi. Qui è possibile visualizzare i singoli componenti presenti sul disegno e selezionarli per l’editing; lo stesso meccanismo è valido sia in 2D che in 3D.

2D Layout 3D Structure
2D Layout Dashboard

Ottimizzata la dashboard del layout di fabbrica 2D

La dashboard per la modifica delle proprietà dei componenti del layout di fabbrica ora include un controllo automatico dei sistemi e dei sottosistemi. In questo modo si evita di inserire nomi di sistemi non corretti o duplicati.

Nuovo: Inserimento di piattaforme e scale in acciaio

M4 include un nuovo strumento che permette di creare facilmente piattaforme in acciaio con corrimano e scale in un layout 2D. Una volta definito il profilo di una piattaforma, è possibile integrarlo con gli opportuni componenti in acciaio come travi di sostegno, corrimano, scale e scalette. E’ inoltre possibile inserire fori e aperture personalizzate sulle piattaforme create. La piattaforma in acciaio può essere facilmente modificata anche in un secondo momento. Se, ad esempio, l’altezza della piattaforma viene modificata, tutti i componenti ad essa collegati si aggiornano automaticamente. Le piattaforme in acciaio definite in 2D vengono caricate come modello 3D dettagliato.

2D Layout Platform
2D Layout Selection

Nuovi strumenti di selezione

Nell’interfaccia 2D è’ stato aggiunto un nuovo filtro di selezione per gli elementi che fanno parte del layout di fabbrica 2D. In ambiente 3D è stato inserito un nuovo stru-mento di selezione che permette di spostarsi in 2D semplicemente cliccando un componente.

Ottimizzazione degli strumenti di posizionamento dei nastri trasportatori

L’inserimento ed il posizionamento dei componenti dei nastri trasportatori è stato ulteriormente ottimizzato nella versione 7.0. Il miglioramento dei meccanismi di sele-zione e posizionamento ha reso più semplice e veloce la creazione dei progetti. L’u-tente ha ora la possibilità di inserire in modo completamente automatico i nastri tra-sportatori tra due componenti già presenti. Il sistema compensa automaticamente le differenze di altezza e visualizza le altezze dei singoli componenti. I nuovi strumenti permettono inoltre di modificare la lunghezza o l’altezza degli elementi precedente-mente inseriti. I singoli elementi possono anche essere modificati individualmente dopo il posizionamento, regolando comodamente i singoli parametri attraverso una finestra di dialogo. Le funzionalità dello strumento Copia sono state ampliate in modo tale che si possano copiare e specchiare singoli o gruppi di nastri trasportatori.

Modifica dei modelli 3D direttamente sul layout 2D

A partire dalla versione 7.0, M4 offre la possibilità di modificare un modello 3D diret-tamente all’interno del layout 2D. Con l’aiuto di un nuovo strumento, l’utente può modificare la dimensione di un modello 3D agendo su un simbolo 2D. La modifica effettuata permette così all’utente di creare un nuovo modello 3D (ad esempio più lungo). Questa funzione offre all’utente M4 la possibilità di creare nuovi modelli 3D da inserire sui layout di offerta senza dover chiedere all’ufficio progettazione.

2D Layout 3D Modell anpassen

Catalogo macchinari e nastri trasportatori 2D/3D

Rinomina del menù macchinari e trasporto materiali

Il menù per il posizionamento dei componenti e macchinari per il trasporto materiali è stata rinominata in M+AEC (Mechanical, Architectural and Engineering Construction) per evidenziare meglio le nuove funzionalità.

Ampliamento del catalogo macchine e trasportato materiali

La versione 7.0 del catalogo contiene ora molti nuovi componenti parametrici stan-dard che facilitano la progettazione di impianti completi o fabbriche. Questi offrono componenti standard parametrici come porte, recinzioni di sicurezza, corridoi e con-tenitori vari. I parametri di ogni componente possono essere adattati alle proprie esi-genze prima del loro posizionamento.

Salvataggio dei gruppi di componenti come componenti del catalogo

A partire dalla versione 7.0, gruppi completi di componenti possono essere salvati come singoli componenti del catalogo. Questa funzione per la creazione di gruppi di componenti accelera la creazione dei progetti futuri.

3D Layout Catalog Groups

Progettazione Piping

M4 PLANT consente cambiamenti rapidi nella costruzione di piping 3D

Ampliamento del catalogo per la progettazione piping

Con la versione 7.0, il catalogo piping è stato ampliato con nuovi componenti. Gli utenti hanno ora la possibilità di utilizzare i nuovi cataloghi in PVC-C e le flange di serraggio igieniche (tipo Clamp). I nuovi componenti del catalogo vengono forniti come pacchetti e, se necessario, possono essere importati nei cataloghi di progetti esistenti.

Fissaggi flange di collegamento configurabili (Bulloni)

Nella nuova versione, i fissaggi delle flange possono essere modificati in base a nuovi requisiti non standard dopo il loro inserimento. Attraverso la nuova interfaccia è possibile selezionare una delle tre opzioni presenti (impostazione std, si o no) per i componenti come rondelle e dadi.

Miglioramento nella generazione degli sketch isometrici delle tubazioni

Nella versione 7.0, il modulo per la generazione automatica degli sketch isometrici dei tubi ha subito ulteriori e significativi miglioramenti. I template e gli stili già presenti in M4 ISO sono stati ottimizzati e ampliati. Il posizionamento automatico dei singoli simboli e delle etichette è stato migliorato, in modo che possano essere visualizzate ed etichettate anche le tubazioni in cui la rappresentazione grafica è più complicata. L’interfaccia è stato ampliata con ulteriori opzioni. Queste consentono ora la selezione di un sistema di coordinate utente e la definizione di punti di divisione opzionali. In questo modo gli sketch delle tubazioni vengono resi più semplici e personalizzabili.

Spostamento più semplice dei singoli progetti

Con la versione 7.0 M4 permette di spostare i progetti (Database) ed il suo contenuto tramite uno nuovo strumento. Il progetto ed il suo contenuto vengono aggiornati au-tomaticamente con le informazione relative alla nuova posizione. Questo rende molto più facile e sicuro aggiornare i progetti alle nuove esigenze.

Elenco parti ancora più dettagliato

A partire dalla versione 7.0 durante la creazione deli elenchi componenti è possibile decidere in ogni disciplina se visualizzare le lunghezze totali o le singole lunghezze. L’utente può decidere di personalizzare la distinta per ogni singola disciplina: piping, elementi in acciaio, canaline per cavi e condotti di ventilazione.

P&ID

Personalizzazione temporanea di Attributi Standard per le etichette di linea

Lo strumento P&ID per l’etichettatura dei tubi consente ora la modifica temporanea dei valori degli attributi standard. L’utente può modificare anche solo temporanea-mente i valori standard degli attributi per il singolo disegno o la sessione di lavoro. Questa personalizzazione permette all’utente di velocizzare e semplificare ulterior-mente la progettazione.

PID Attributes Linelabel
PID Numbering

Ottimizzazione dello strumento di rinumerazione

M4 ha introdotto la possibilità di rinumerare completamente i disegni a partire dalla versione 6.3. Questa funzione permette di rinumerare elementi copiati da altri disegni affinché non vengano utilizzati componenti con lo stesso nome. Nella versione 7.0 questa funzione è stata estesa anche alla strumentazione, cosicché gli strumenti utilizzati siano anch’essi rinominati correttamente.

Implementazione dello strumento per la connessione multi- foglio

M4 consente di collegare più disegni in un unico progetto. Le linee sono collegate logicamente tra i singoli disegni tramite connettori per fogli. Con la versione 7.0, la finestra di dialogo Connettore Fogli mostra all’interno di una finestra di selezione quali connessioni non sono ancora accoppiate; in questo modo le linee “non ancora collegate” possono essere facilmente selezionate e accoppiate correttamente.

Personalizzazione del Sottotipi per tutti i Componenti

M4 offre una strutturazione predefinita di tutti i componenti, essa è divisa per tipi e sottotipi. Una corretta struttura semplificata e corretta permette una facile generazio-ne degli elenchi parti. A partire dalla versione 7.0, i sottotipi dei componenti possono essere liberamente modificati e selezionati individualmente. È possibile anche l’inserimento diretto di un nuovo sottotipo.

Simbolo Preferiti

A partire dalla versione 7.0, M4 offre ora la possibilità di salvare i singoli simboli P&ID in un’area preferita. Ciò avviene comodamente tramite il menu contestuale, dove il simbolo attualmente selezionato viene aggiunto ai preferiti. I preferiti così creati vengono utilizzati per generare diagrammi ancora più velocemente, risparmiando così tempo di progettazione.

Selezione dei punti di caricamento durante il posizionamento dei componenti

M4 permette ora di selezionare diversi punti di caricamento durante il posizionamen-to dei componenti. I singoli punti possono essere utilizzati come origine alternativa. La selezione può essere effettuata comodamente dal menu contestuale.

PID Favorites
PID Connection Points

Scalatura personalizzabile di diversi tipi di simboli

In M4, i simboli P&ID sono visualizzati in anteprima in una finestra di dialogo ben organizzata. La dimensione dei simboli nell’anteprima può essere modificata, questa modifica è applicata a tutti i tipi di simboli contemporaneamente. A partire dalla ver-sione 7.0, M4 offre ora la possibilità di scalare individualmente e per ogni categoria le dimensioni dei simboli. Ad esempio, i simboli delle apparecchiature possono ora essere visualizzati più piccoli di quelli per la strumentazione.

Inserimento delle dimensioni nominali sui punti di collegamento

A partire dalla versione M4 7.0, sui punti di collegamento dei simboli P&ID possono essere inseriti anche i diametri nominali. Questi possono poi essere esportati in un report o utilizzati nella progettazione di tubazioni 3D per posizionare i componenti appropriati; nelle versioni precedenti i diametri nominali venivano ereditati dalle label delle tubazioni collegate.

Spostare i simboli con un doppio clic su di essi

A partire dalla versione 7.0, i simboli o le etichette di linea possono essere spostati in M4 semplicemente facendo doppio clic sul simbolo corrispondente. Questo si traduce in una significativa riduzione dei comandi da parte dell’utente e una diminuzione del tempo di progettazione; le tavole P&ID sono tra i disegni più modificati.

Creazione automatica delle leggende dei simboli

A partire dalla versione 7.0, in M4 possono essere generate automaticamente le le-gende dei simboli per singoli diagrammi di flusso P&ID o per progetti completi. Le legende vengono generate sul foglio corrente o su un nuovo foglio. Durante la generazione, l’utente può decidere esattamente cosa deve contenere la leggenda. L’utente può decidere tra il foglio corrente, l’intero progetto o un’area del catalogo. La posizione e le dimensioni della legenda possono essere modificate e personalizzate. Questa funzione elimina la noiosa creazione manuale di leggende di simboli.

Gestione e amministrazione P&ID

A partire dalla versione 7.0, la gestione e l’amministrazione dell’interfaccia P&ID di-spone di nuove opzioni aggiuntive. Ad esempio, singoli simboli, gruppi di simboli o cataloghi di simboli completi possono essere visualizzati o nascosti agli utenti. Que-sta funzionalità è stata introdotta per permettere l’utilizzo di set di simboli alternativi quando si lavora per clienti diversi.

Ottimizzata la generazione di elenchi dei componenti

La generazione di elenchi componenti è stata in questa versione ulteriormente mi-gliorata. Il dialogo per la generazione degli elenchi componenti è stato semplificato. Le opzioni per la configurazione degli elenchi componenti sono ora visibili solo quando l’utente ha effettuato l’accesso come amministratore. Gli elenchi dei componenti, posizionati come tabella su un foglio, possono essere aggiornati senza dover essere cancellati e riposizionati. Inoltre, le configurazioni degli elenchi personalizzati sono ora memorizzate in file separati, rendendo così più facile lo scambio delle personalizzazioni tra gli utenti.

M4 REVIEW

La nuova versione 7.0 del visualizzatore 3D M4 REVIEW è stata aggiornata allo stato dell’arte. Le singole funzioni sono state ottimizzate per aumentare le prestazioni del software.

Richieste di sviluppo direttamente dai clienti

Oltre alle numerose innovazioni e ai nuovi prodotti, la nuova versione di M4 contiene oltre 350 miglioramenti della produttività orientata al cliente. Questi suggerimenti di ottimizzazione vengono regolarmente inviati dai clienti di CAD Schroer attraverso il portale clienti e vengono quindi integrati nel processo di sviluppo del software.

Nuovi prodotti

Ottimizzato: Strumento download aggiornamenti CSG

Lo strumento per il download automatico degli aggiornamenti software CSG consente ai clienti in manutenzione di aggiornare il software nel modo più semplice possibile direttamente da Internet. Nella nuova versione, il client di aggiornamento è stato notevolmente ottimizzato e permette di aggiornare il software anche durante l’installazione.

Novità: Guida e finestre di dialogo dei Tutorial

Nella versione 6.3, il menù Aiuto e Tutorial di MPDS4 e MEDUSA4 è stato completamente ridisegnato, da questa versione vengono mostrate all’utente finestre di dialogo con una panoramica dei manuali utente disponibili, video tutorial e note di rilascio.

Nuovo: M4 VIRTUAL REVIEW

Impressiva presentazione dei prodotti con M4 VIRTUAL REVIEW

M4 VIRTUAL REVIEW è un nuovo visualizzatore VR indipendente. Con questo software, CAD Schroer offre ai suoi clienti la possibilità di visualizzare i dati di progetto generati in MPDS4 o altri sistemi CAD nella realtà virtuale. Il VR Viewer elabora i dati FBX esportati da MPDS4, in questo modo un impianto o una fabbrica ancora in fase di progettazione possono ad esempio essere visualizzati o presentati al cliente nella realtà virtuale.

Nuove Funzionalità, Aggiornamenti e Modifiche

MPDS4 in versione 6.3 presenta una serie di nuove caratteristiche che ne aumentano la maneggevolezza e garantiscono report sempre più completi. Sono state inoltre implementate e ottimizzate le interfacce per facilitare lo scambio dati con clienti e fornitori.

BIM IFC Import MPDS4

Novità: Importazione dei dati di progetto BIM

La versione 6.3 di MPDS4 supporta l’importazione dei dati di progetto IFC (Industry Foundation Classes). IFC è lo standard aperto per i modelli BIM e rappresenta uno standard primario, a livello mondiale, per lo scambio di dati nel settore edile. Con la nuova interfaccia IFC è ora possibile importare i dati BIM, comprese le informazioni sulla struttura e il contesto in essa contenuti, e inserirli in un impianto o fabbrica. In questo modo i dati di progetto possono essere trasferiti direttamente da un architetto all’interno di MPDS4.

Novità: Esportazione in formato FBX per la Realtà Virtuale

A partire dalla versione 6.3, MPDS4 oltre a tutte le interfacce standard 3D, include ora un’esportazione in formato FBX. In questo modo è ancora più facile elaborare i dati di progetto in pacchetti software specifici per la visualizzazione. Ad esempio, possono essere caricati direttamente nel nuovo visualizzatore VR M4 VIRTUAL REVIEW e visualizzati in realtà virtuale per visionare in anteprima un progetto.

Rundgang in einer Fabrik in VR
Inserire macchinari in un edificio esistente con MPDS4

Registrazione tour virtuali con MPDS4 ENGINEERING REVIEW

Il modulo di visualizzazione MPDS4 Review ha sempre offerto agli utenti opzioni di visualizzazione versatili direttamente dai dati di progetto 3D. I percorsi creati dai progettisti sono sempre stati uno dei punti di forza del modulo. Ora il software offre anche la possibilità di salvare i percorsi sotto forma di video di alta qualità. L’utente può selezionare sia la risoluzione che il formato della registrazione video. Ciò significa che i percorsi possono ora essere utilizzati come video per scopi di marketing o per presentazioni ai clienti.

Migliorata l’importazione di modelli 3D

A partire dalla versione 6.3, MPDS4 ha migliorato la qualità ed il risultato dei modelli 3D importati. Il modulo MPDS4 Component Designer può ora essere utilizzato per importare, modelli STEP completi della struttura. Durante l’importazione, l’utente ha la possibilità di semplificare un modello, ad esempio cancellando piccole parti e chiudendo piccoli fori. Il modello può essere ulteriormente modificato dopo l’importazione per ridurre ulteriormente le dimensioni. Questa procedura consente di importare in MPDS4 modelli molto grandi da sistemi di terze parti e di utilizzarli nella realizzazione del proprio layout.

I clienti rimangono impressionati dal layout 3D

Migliore integrazione con ROHR2 per il calcolo delle pipeline

A partire dalla versione 6.3 MPDS4 ha un’interfaccia ROHR2 estesa. Questo offre ora una migliore esportazione dei dati delle pipeline in ROHR2. Novità dell’integrazione è l’importazione di dati delle pipeline ottimizzati in ROHR2 sotto forma di dati NTR. I dati importati vengono confrontati con i dati di progetto e le modifiche vengono elencate ed evidenziate in dettaglio.

Novità: Tabelle di piegatura in M4 ISO

Nella nuova versione MPDS4, il modulo per la creazione automatica degli sketch isometrici dei tubi genera ora tabelle di piegatura dettagliate, oltre ad elenchi di componenti complete. Le tabelle di piegatura possono essere inserite negli sketch come tabella o sotto forma di file per le macchine piegatrici. Ciò significa che i tubi creati in MPDS4 possono essere prodotti ancora più velocemente.

Nuove funzionalità di layout 2D nel Factory Layout

Creazione automatica di simboli 2D da modelli 3D

In MPDS4 versione 6.3 è ora possibile creare in modo completamente automatico simboli 2D da modelli 3D. Questi simboli possono essere utilizzate direttamente per la realizzazione del layout in ambiente 2D. Il simbolo posizionato su un layout 2D è collegato al modello 3D da cui è stato generato ed è così possibile visualizzarlo in 3D nella posizione in cui è stato inserito nel layout 2D. Ciò consente al progettista di elaborare velocemente layout 2D complessi e completamente integrati con il layout 3D.

Layout di fabbrica in 2D per ottenere una visualizzazione 3D

Posizionamento ottimizzato dei componenti per nastri trasportatori in 2D

La nuova versione di MPDS4 include meccanismi di caricamento 2D completamente rivisti per tutta la libreria di nastri trasportatori. Questi vengono ora allineati in modo completamente automatico con il componente che li precede e posizionati in corrispondenza dei punti di collegamento impostati. Una nuova finestra di dialogo offre un accesso più veloce e intuitivo per il posizionamento degli stessi. E’ inoltre possibile selezionare il componente iniziale e finale di una intera linea di trasporto e chiedere al software un auto-riempimento dello spazio vuoto.

Copia e spostamento di interi gruppi di nastri trasportatori

Nella versione 6.3, gruppi completi di nastri trasportatori possono essere selezionati nell’ambiente 2D di MPDS4 e spostati utilizzando strumenti di supporto. Sono disponibili funzioni di copia e incolla di intere linee di trasporto. È inoltre possibile inserire copie specchiate di componenti.

Nuovi strumenti per il disegno architettonico

A partire dalla versione 6.3, MPDS4 offre ancora più possibilità di creare pareti, colonne, porte, portoni avvolgibili, aperture a parete o finestre in un layout 2D. Tutti questi nuovi strumenti permettono di velocizzare la creazione di layout 2D. Il software permette di creare una parete in 2D semplicemente inserendo gli angoli opposti di un rettangolo e di visualizzarli direttamente in 3D. Questo è un vantaggio inestimabile se non sono disponibili modelli di edifici ed i disegni 2D sono privi di indicazioni o inadeguati.

MPDS4 REVIEW

La nuova versione 6.3 del visualizzatore MPDS4 Review è stata ampliata con ulteriori funzioni per una migliore visualizzazione dei modelli 3D. La possibilità di creare percorsi all’interno del software è stata ottimizzata. Ad esempio, la velocità di avanzamento può ora essere regolata in modo più preciso durante un tour, in modo da poter visualizzare i dati 3D in modo ancora più dettagliato. Per saperne di più >>

Ottimizzazione del software orientata al cliente

Oltre alle numerose innovazioni e ai nuovi prodotti, la nuova versione di MPDS4, MEDUSA4 e MPDS4 REVIEW include oltre 220 miglioramenti della produttività orientati al cliente. Queste proposte di ottimizzazione vengono regolarmente presentate dai clienti CAD Schroer attraverso il portale clienti e sono quindi direttamente integrate nel processo di sviluppo del software.

MPDS4 in versione 6.2 presenta una serie di nuove caratteristiche che ne aumentano la maneggevolezza e garantiscono report sempre più completi. Sono state inoltre implementate e ottimizzate le interfacce per facilitare lo scambio dati con clienti e fornitori.

Nuove funzionalità, aggiornamenti e migliorie

Generazione automatica disegni 2D

In MPDS4 versione 6.2, è stato inserito un nuovo strumento per la generazione automatica di disegni 2D. Lo strumento semplifica notevolmente la creazione di disegni ​​2D derivati da un progetto di un impianto o di una fabbrica. Attraverso la finestra di dialogo è possibile configurare liberamente le viste le sezioni e i dettagli necessari. La generazione dei disegni è automatizzata, le modifiche effettuate sul 3D vengono poi riportate nel ​​2D. Ciò consente al progettista di risparmiare tempo, e assicura una realizzazione più dettagliata dei disegni 2D dell’impianto e della fabbrica.

Maggiore flessibilità nella generazione dell’elenco componenti – BOM

Nella versione 6.2 di MPDS4 la generazione della BOM è stata completamente rivista ed estesa con molte altre funzioni. Da questa versione è possibile associare ulteriori informazioni ai modelli inseriti per poi visualizzarle nell’elenco componenti. Il formato della BOM può essere personalizzato e salvato nei formati XLS, RTF, PDF o CSV. I template delle distinte materiali possono essere personalizzati per soddisfare i propri standard aziendali. Con la nuova versione 6.2 del software è possibile generare la distinta base in diverse lingue.

Maggiori prestazioni e gestione semplificata del catalogo componenti

La finestra di dialogo per la visualizzazione, ricerca, selezione e gestione del catalogo componenti è stata notevolmente migliorata nella versione 6.2 di MPDS4. L’attenzione è stata rivolta soprattutto sulle prestazioni e la facilità d’uso.

Gli strumenti del catalogo sono stati ampliati e comprendono funzioni aggiuntive. La finestra del catalogo può ora rimanere nascosta durante il posizionamento dei singoli componenti. Il software propone in modo automatico il componente piping corretto in base alla linea piping selezionata. La ricerca ed il posizionamento dei componenti da catalogo può comunque essere fatta in modo libero dall’utente. I componenti più utilizzati possono essere salvati in un elenco come preferiti.

Migliorate le interfacce 3D

Nella versione 6.2 le interfacce 3D sono state ulteriormente migliorate. Questo permette di avere modelli 3D importati o esportati di una qualità migliore. Sono state inoltre aggiunte nuove opzioni per rendere ancora più performante l’importazione dei modelli.

Nuova opzione per esportazione in formato PDF 3D

La nuova versione di MPDS4 permette di esportare i dati in formato PDF 3D. E’ possibile quindi esportare impianti completi o parti di essi in formato PDF 3D. Con l’utilizzo del visualizzatore PDF, per esempio, si ha un’ampia visione del progetto in 3D, si può esaminare la struttura del progetto, si possono nascondere singoli componenti o effettuare misurazioni.

Tagli per aggiustaggio in opera e zone da saldare nel piping 3D

A partire dalla versione 6.2 nel piping 3D possono essere inserite informazioni aggiuntive come la lunghezza dei tagli per l’aggiustaggio “in opera”. Sulle tubazioni possono essere inoltre inserite informazioni per definire le zone da saldare. I valori dei tagli per aggiustaggio sono poi riportati insieme alle lunghezze dei singoli tubi negli elenchi delle parti. Tutte le informazioni aggiuntive inserite sul piping 3D vengono poi riportate sui disegni isometrici generati in modo automatico dal sistema.

Attuatori per valvole configurabili

Nella versione 6.2 di MPDS4 alle valvole presenti nel catalogo componenti piping sono stati aggiunti attuatori parametrici configurabili. Il tipo di attuatore e le sue dimensioni possono essere scelti dalla finestra di dialogo prima del posizionamento del componente o modificate successivamente.

Posizionamento di componenti speciali per tubazioni

Il posizionamento di componenti piping possono ora essere personalizzati nelle loro dimensioni, ad esempio, una valvola, si può personalizzare con valori quali lo scartamento o il diametro. I singoli componenti possono quindi essere posizionati facilmente e velocemente sul piping senza modificare il catalogo standard. I valori specifici per ciascun componente speciale vengono sono poi inseriti nella distinta componenti.

I nuovi pacchetti di cataloghi per componenti piping

Oltre a migliorare i cataloghi delle tubazioni attuali, con la versione 6.2 vengono ora forniti nuovi pacchetti di cataloghi. I clienti possono importare questi pacchetti di cataloghi aggiuntivi nei loro database utilizzando lo strumento di amministrazione cataloghi presente nel software.

Nuovo: strumento generazione automatica documentazione per componenti di catalogo

Per i nuovi componenti generati nelle discipline piping, canaline per cavi, condotti di ventilazione o cataloghi per il trasporto materiali, nella versione 6.2 è possibile creare disegni della documentazione 2D in modo automatico da MPDS4. In questi documenti sono rappresentate le viste con i diversi livelli di dettaglio del componente e mostrati i parametri che lo definiscono. Lo strumento è particolarmente utile per gli amministratori che devono gestire i cataloghi e che necessitano di documenti aggiornati su quanto in uso, sulle possibili modifiche o per generare componenti derivati da altri esistenti.

Implementato il catalogo componenti piping

Il catalogo per la creazione di piping è stato integrato con componenti migliorati. Questi permettono prestazioni più elevate nel loro lavoro quotidiano e forniscono ulteriori livelli di dettaglio. In questo modo aumenta la qualità del progetto finale. Tra gli altri, nuovi attuatori personalizzabili per valvole e altre opzioni di configurazione.

Ottimizzazione catalogo macchinari e sistemi di trasporto

Il catalogo dei sistemi di trasporto è stato ulteriormente migliorato. In questo caso, in particolare sono stati apportati miglioramenti nella gestione multilingue e nella maneggevolezza.

Tutorial e Database di test integrati standard

A partire dalla versione 6.2, l’installazione standard di MPDS4 comprende il database di test in aggiunta al database di esempio. Questo include molti esempi relativi alla realizzazione di un piping, strutture in acciaio e movimentazione materiali. Attraverso l’utilizzo del database e dei video tutorial i nuovi utenti possono imparare rapidamente come utilizzare al meglio il software MPDS4.

Modellazione del terreno come parte integrante di tutti i pacchetti MPDS4

A partire dalla versione 6.2, il modulo di modellazione del terreno MPDS4 è stato inserito in tutti i pacchetti MPDS4. Con questo strumento i progettisti possono facilmente creare in modo veloce e dettagliato il modello del terreno in scala, semplicemente inserendo i testi con le altezze sul disegno 2D.

Nuovo: licenze MPDS4 Borrowing

A partire dalla versione 6.2 non solo MEDUSA4 ma anche MPDS4 supporterà il prestito delle licenze (borrowing). Con questo strumento le licenze di rete possono, ad esempio, essere date in prestito ad un computer portatile per un limitato periodo di tempo. MPDS4 può così essere avviato sul computer portatile in modo indipendente e scollegato dalla rete. Ciò è particolarmente utile quando i progetti devono essere discussi con il cliente. Durante il periodo di borrowing la licenza presa in prestito può essere rilasciata per essere di nuovo disponibile come licenza di rete, il borrowing termina in modo automatico alla data impostata come termine di borrowing.

Nuovo: CSG PDF Viewer

Dalla versione 6.2 è disponibile per MPDS4 e MEDUSA4 un visualizzatore PDF integrato. Questo facilita l’utente nella consultazione della documentazione in formato PDF. In questo modo non è più necessario installare un visualizzatore di PDF compatibile.

Ottimizzazione software orientata al cliente

Oltre alle molte innovazioni e nuovi prodotti, la nuova versione di MPDS4 e MEDUSA4 include più di 250 migliorie orientate al cliente che ne aumentano la produttività. Questo proposte di ottimizzazione sono presentate regolarmente dagli utenti CAD Schroer attraverso il portale clienti e vengono inserite direttamente nello sviluppo del software.

Notizie della nuova versione 6.2 di MEDUSA4

Newsletter: Rimanete informati!

Con la nostra newsletter riceverai interessanti articoli sugli argomenti Industry 4.0 e il CAD nell'ingegneria meccanica, sulla costruzione di impianti o sulla pianificazione industriale. Ti informeremo inoltre sul rilascio delle nuove versioni, offerte e date per corsi di formazione o eventi. Sono inoltre disponibili suggerimenti, trucchi e video tutorial riguardanti il nostro software.
Le informazioni sull'elaborazione dei dati, la procedura di registrazione, l'invio, la valutazione statistica e le possibilità di disdetta dell'abbonamento sono riportate nella nostra dichiarazione sulla protezione dei dati. Ogni newsletter contiene un link con il quale è possibile annullare la registrazione.